+39 051 6307411

Panini alle noci

e fichi secchi

ingredienti

300 g di farina 0
200 g di farina integrale
1 cubetto di lievito di birra
250 ml di acqua a temperatura ambiente
50 g di latte
1/2 cucchiaino di zucchero
80 g di fichi secchi
120 g di gherigli di noci
10 g di sale
olio extra vergine di oliva

Procedimento

Fare sciogliere il lievito di birra in 250 ml di acqua tiepida. Su una spianatoia setacciare le farine, aggiungere il sale, lo zucchero e al centro versare il latte (a temperatura ambiente) e l’acqua tiepida con il lievito sciolto ed iniziare ad impastare, lavorando per diversi minuti l’impasto con le mani. Aggiungere le noci ed i fichi secchi spezzettati ed amalgamarli con cura nell’impasto. Lavorare ancora per qualche minuto, poi formare una palla, ungerla con l’olio extra vergine di oliva e sistemarla in una ciotola anch’essa unta d’olio. Coprire con un telo e fare lievitare per un paio d’ore. Trascorso questo tempo riprendere l’impasto, lavorarlo ancora un po’ e dividerlo in 4 panini che andranno sistemati sulla placca da forno; incidere una croce su ciascun panino e fare lievitare ancora per un’oretta. Infornare in forno già caldo a 200° per 45 minuti circa. Sfornare e fare raffreddare su una griglia (o mangiare i panini ancora caldi).

Dal blog di Carmen Accaputo

letempsdescerises.it

Notizie e curiosità

L’albero sacro dell’antica Roma è il fico. La leggenda narra che i gemelli, Romolo e Remo, furono abbandonati sul Tevere in un cesto che si fermò ai piedi di un fico, davanti alla grotta Lupercale: qui venne una lupa ad allattare i piccoli. Il fico fu detto Ruminale, secondo Plinio “poiché sotto di esso fu trovata la lupa che offriva ai neonati la sua rumis”.